Analisi del sangue Roma, nozioni generali

Analisi del sangue Roma, nozioni generali

Analisi del sangue Roma: dove, come e quando effettuarle; Nozioni generali sulle analisi del sangue.

Le analisi del sangue

sono un fondamentale strumento diagnostico per monitorare in maniera generale adeguata le condizioni di salute di un paziente. Le analisi del sangue comprendono una serie di test ematici da effettuare in laboratorio e consentono al medico di ottenere preziose informazioni per valutare la necessità o meno di ricorrere ad esami più approfonditi in caso di valori non ottimali.

Per avere un quadro clinico sempre sotto controllo, anche i soggetti sani dovrebbero effettuare almeno una volta all’anno gli esami del sangue. Solo così è possibile rendersi conto subito dell’insorgenza di problematiche più o meno semplici da risolvere se prese all’inizio della loro comparsa.
Le analisi del sangue vengono fatte su un campione di sangue prelevato in una sede ambulatoriale. In genere viene inserito un ago in una vena del braccio e la quantità di sangue prelevata mediante una siringa è direttamente collegato al tipo di indagine richiesta.
Le analisi del sangue costituiscono il punto di partenza per individuare una patologia e sono spesso indispensabili prima di effettuare un qualsiasi intervento chirurgico che richieda al limite l’utilizzo di anestesie totali o locali.

Interpretazione dei risultati delle analisi del sangue

La lettura dei risultati delle analisi del sangue deve essere preferibilmente effettuata da un medico poiché l’interpretazione dei dati ottenuti dal laboratorio chimico è piuttosto complessa e non può essere fatta da chi non è competente in materia. Infatti se vengono considerati i singoli valori senza prenderli in considerazione nella loro integrità e in relazione alla persona sotto controllo, non si potrà avere un quadro esatto della situazione. Ad esempio alcuni marker tumorali possono venire alterali anche da altre condizioni innocue e non affatto pericolose per la salute del paziente.
Tuttavia saper leggere alcuni valori non è cosa sbagliata per capire meglio la situazione clinica e non allarmarsi più del dovuto.

Come effettuare le analisi del sangue a Roma

Analisi del sangue ricettaPer effettuare le analisi del sangue a Roma è consigliabile recarsi dal medico di famiglia curante per farsi prescrivere la ricetta rossa, che presentata negli ambulatori convenzionati (Ospedali e/o poliambulatori convenzionati) vi permetterà di eseguire le analisi del sangue. Solitamente il ticket va pagato in anticipo. Le leggi regionali sul ticket sono in continua evoluzione, ma solitamente l’ analisi generale non dovrebbe costare molto, in più vi sono forti agevolazioni per pensionati e/o casi particolari.
Un altro modo per effettuare le analisi del sangue è donare il sangue; di fatti i centri di donazione sangue effettuano periodicamente le analisi del sangue al volontario donatore al fine di raccogliere sangue che possa essere utilizzato in casi estremi o per persone che ne necessitano.

Come prepararsi alle analisi del sangue

Per ottenere una diagnosi accurata, è sempre meglio effettuare una corretta preparazione prima del prelievo ematico seguendo alcune regole essenziali mirate a non far ottenere risultati del tutto falsati. Per prima cosa è necessario prestare attenzione sia alla dieta che all’attività fisica.
Salvo indicazioni diverse fornite dal medico curante, la sera prima del prelievo non si devono effettuare alterazioni importanti del regime alimentare abituale.
La mattina del prelievo non deve essere assunto alcun alimento o bevanda. E’ consentita solo l’acqua perché anche una semplice bibita zuccherata ad esempio potrebbe alterare significativamente il livello della glicemia. Per quanto riguarda l’aspetto dell’attività fisica, è buona norma non effettuare sforzi fisici importanti il giorno precedente al prelievo perché alcuni valori potrebbero essere parzialmente o completamente sfalsati.
Nel caso in cui un soggetto assuma abitualmente dei farmaci, è necessario chiedere ala medico curante se sia il caso o meno di assumerne l’assunzione per un periodo di tempo più o meno prolungato. Infatti non sempre i farmaci possono essere sospesi soprattutto quando si tratta di rimedi cosiddetti salvavita.

Analisi del sangue: L’emocromo

emocromo analisi del sangueL’emocromo è uno degli esami più frequenti che vengono eseguiti durante le analisi del sangue. Comprende alcuni valori fondamentali che contribuiscono a rendere palese al medico curante la situazione clinica del paziente che si trova dinnanzi.
L’emocromo comprende lo studio dei globuli rossi. Sono le cellule presenti nel sangue caratterizzate da una forma a disco piatto. Non hanno il nucleo e la loro funzione principale è quella di trasportare l’ossigeno che legano ad essi grazie all’emoglobina che contengono. Fanno arrivare le molecole di ossigeno fino ai tessuti più periferici e riportano verso i polmoni parte dell’anidride carbonica che hanno prodotto gli stessi. Nelle persone adulte il valore dell’emocromo è compreso fra un range di 4,5 e 6 milioni/ mm3 mentre nelle donne i valori sono compresi fra 4 e 5,5 milioni/mm3. Le loro percentuali influenzano significativamente i valori di ematocrito e di emoglobina.
Anche il conteggio dei globuli bianchi è compreso nello studio dell’emocromo. Sono cellule chiamate anche leucociti che hanno un’importanza fondamentale nella difesa dell’organismo da parte di attacchi di agenti patogeni esterni. I globuli bianchi a loro volta si suddividono in tre diversi gruppi ovvero i linfociti, i monociti e i granulociti e ciascuno di essi è specializzato nel’attaccare diverse tipologie di batteri, parassiti e altre problematiche di natura virale.
I valori normali dei granulociti sono compresi fra un numero compreso fra i 4mila e i 7mila ma se sono molto più numerosi è probabilmente in corso un’infezione batterica.
Il valore corpuscolare indica la grandezza complessiva dei globuli rossi. I valori che se ne ricavano sono utili per diagnosticare la presenza di eventuali anemie. Se i globuli rossi sono più piccoli della media si è in presenza di un’anemia microcitica mentre in caso contrario il paziente sarà interessato da una anemia macrocitica.
Altro valore fondamentale nelle analisi del sangue è quello del conteggio delle piastrine. Sono corpi privi di nucleo presenti nel sangue che svolgono un’azione fondamentale nella coagulazione del sangue. I valori normali sono compresi fra un minimo di 140 a un massimo di 440 migliaia/microlitro. Questo range di valori può essere fortemente alterato da emorragie, seri problemi alla milza ma anche leucemie o importanti lesioni al midollo osseo. Tuttavia anche alcuni farmaci possono avere influenze importanti su questi valori come l’aspirina e la pillola anticoncezionale.

Le domande più comuni relative alle analisi del sangue

Principalmente sono due le domande relative alle analisi del sangue che un individuo tende a porsi:
1) cosa devo fare se l’esame presenta valori che non rientrano nella media? Le variazioni percentuali devono essere valutate da un medico per verificare se ci sia la necessità o meno di effettuare altri esami diagnostici più specifici. A volte piccole variazioni non hanno molta importanze e possono essere corrette senza problemi con un’alimentazione specifica o mediante integratori magari a base di ferro.
2) Se un solo valore è sballato, che malattia posso avere? Non sempre un valore fuori dalla normalità è sinonimo di malattia e soprattutto da un solo valore alterato non è possibile diagnosticare una malattia e sarà comunque necessario effettuare altri altre analisi in un secondo momento.

 

Medicina Roma non entra in merito nel rapporto medico-paziente. Ogni informazione pubblicata dall’ autore Medicina Roma non esprime il giudizio di un medico. Per qualsiasi visita, diagnosi o prevenzione accurata rivolgiti al medico specialista. Se questo articolo ti è piaciuto iscriviti alla nostra newsletter oppure lascia il tuo contributo commentandolo di seguito.

About MedicinaRoma.it

Le informazioni diffuse da MedicinaRoma.it sono destinate ad incoraggiare, e non a sostituire, le relazioni esistenti tra paziente e medico. Questo sito non è un periodico, non ha cadenze di aggiornamento preordinate e prevedibili, non ha costi per l’ utente finale e non è una testata giornalistica.