Andrologo, il medico specialista

Andrologo, il medico specialista

Andrologo a Roma, il medico specialista

L’ andrologo, il migliore amico dell’uomo, dal dottore non si va solo quando si sta male.

Conoscere il proprio corpo è il primo passo per una vita lunga e sana. Affidarsi ad un buon medico il passo successivo. Spesso, presi dalla routine di tutti i giorni e dai mille problemi che si devono affrontare, si ricorre al medico quando si è esasperati da un dolore. E’ questa una prassi sbagliata e da scongiurare sempre. Cosa importante, invece, è fare controlli periodici affidandosi a specialisti preparati. Sul portale www.medicinaroma.it è possibile trovare una lista di specialisti competenti ai quali affidarsi. Dal cardiologo al chirurgo estetico, dal dentista all’andrologo diverse le categorie del portale messe al servizio degli utenti. Tra le categorie prescelte l’andrologo rappresenta il migliore amico dell’essere umano di sesso maschile.

 

Dall’Andrologo per imparare a conoscere se stessi.

L’Andrologia è una branca della medicina che studia i disturbi sessuali presenti nell’uomo. L’andrologo si occupa principalmente dei problemi legati: alla sterilità maschile; all’ impotenza sia di carattere organico che di carattere psicogeno; alle alterate dimensioni dei genitali; all’incapacità di stabilire normali rapporti sessuali; all’eiaculazione precoce o tardiva. Il bagaglio terapeutico dell’andrologo è molto vario e può comprendere cure medicamentose (ormoni, antibiotici, farmaci agenti sulla circolazione del sangue o ad azione antiprolattinica) e cure chirurgiche. L’andrologia quindi si occupa della fisiologia e della patologia dell’apparato riproduttivo maschile, analogamente alla ginecologia. Dunque rientrano nel suo ambito i problemi urogenitali, riproduttivi e sessuali del maschio dalla nascita alla senescenza. Di origine greca il termine “andrologia” si è iniziato ad usare alla fine degli anni sessanta grazie ad un dermatologo tedesco, Von C. Schirren. Ma è solo negli anni settanta e negli Stati Uniti che l’andrologia come scienza fa dei passi in avanti. Nel 1976 a Pisa, in Italia, si costituisce la Società Italiana di Andrologia. Da allora la figura dell’andrologo ha iniziato ad avere una sua rilevanza.

 

Le principali patologie per cui si ricorre all’andrologo

L’andrologo è e deve essere il migliore amico dell’essere umano di genere maschile. Senza timori di nessun tipo gli uomini devono imparare a fidarsi di questo medico specialista, chiedendo consigli e rassicurazioni. Tenendo, inoltre sempre bene a mente, che specie in settori così delicati automedicamentazione e autodiagnosi sono le strade più sbagliate da perseguire. Dall’andrologo si potranno trovare risposte in merito ad alcune patologie come la prevenzione e cura dei tumori prostatici; la prevenzione e cura della calcolosi urinaria. L’andrologo è il medico che potrà seguire il paziente in merito alla diagnostica e alla cura dei tumori vescicali; alla terapia Endoscopica e/o Laser dell’ipertrofia prostatica; alla terapia endoscopica dell’adenoma prostatico; alla terapia chirurgica del carcinoma prostatico; alla terapia endoscopica o chirurgica delle neoplasie vescicali; alla terapia chirurgica del varicocele, della fimosi, del frenulo corto, dell’ idrocele. Una vita sessuale attiva è sinonimo di benessere pschico e fisico, l’andrologo può rappresentare, dunque, un valido amico col quale confrontarsi anche in questo settore dove spesso a farla da padrona è l’improvvisazione o i consigli “sbagliati” dell’amico dell’amico.

L’importanza di rivolgersi ad un medico specialista, in questo caso, l’andrologo, tra i 50 e i 60 anni.

Le lancette dell’orologio biologico girano non solo per le donne ma anche per gli uomini. Con cadenza e ritmi diversi il corpo umano cambia e a seconda dei suoi cambiamenti merita delle attenzioni diverse da uomo a donna. Ecco perchè superati i 50 anni di età è importante recarsi a visita, almeno una volta l’anno, se non vi sono particolari patologie, da un andrologo.

 

L’andrologo, l’uomo e l’andropausa.

Andrologo, uomo e andropausa sono tre vocaboli che ad un certo punto della vita dell’essere umano di sesso maschile si incontrano. L’andropausa, anche conosciuta con il termine climaterio maschile, è quel periodo della vita, per analogia con la menopausa, in cui si ha nell’uomo l’involuzione e quindi la cessazione dell’attività dei testicoli. Mentre nella donna però l’involuzione dell’ovaio è un fenomeno costante a un certo periodo di vita e si manifesta con la cessazione dei flussi mestruali, nell’uomo il fenomeno è molto più graduale, comincia in età più avanzata e nella maggior parte dei casi non si accompagna ad una sintomatologia ben definita. In questo periodo della vita, in genere superati i 50 anni, far visita ad un andrologo può risultare davvero molto utile anche perchè i sintomi del climaterio maschile possono essere diversi, ma si tratta di solito di sintomi psichici. Nervosismo, irritabilità, cattivo umore, diminuzione della memoria, diminuzione più o meno marcata del desiderio e dell’attività sessuale e aumento evidente del volume della prostata. Manifestazioni che con l’aiuto, l’esperienza, la diagnosi e la cura di un medico specialista in andrologia possono essere capite in tempo e alleviate. Per gli uomini così come per le donne risulta essere importante affidarsi ad un esperto dell’apparato genitale. In casi come questo chi meglio di un andrologo può aiutare il paziente a trovare le soluzioni giuste che comunque consentono il mantenimento di una buona qualità di vita.

 

L’andrologo e la visita andrologica

Messi da parte imbarazzo e tensione il miglior modo per affrontare una visita andrologica è quello di restare calmi. Infatti, la visita da un medico specialista in andrologia non è poi così diversa da una visita dal medico curante. La visita dall’andrologo non prevede, per la maggior parte dei casi, tecniche e manovre invasive o dolorose per chi si sottopone al controllo. Anzi la prima visita, solitamente, consiste in una semplice chiacchierata , nel corso della quale l’andrologo, cercherà di raccogliere tutte le notizie per ricostruire con il paziente la sua storia clinica in modo da fare un quadro obiettivo e generale dell’apparato genitale.

Medicina Roma non entra in merito nel rapporto medico-paziente. Ogni informazione pubblicata dall’ autore Medicina Roma non esprime il giudizio di un medico. Per qualsiasi visita o diagnosi rivolgiti al medico specialista.

TROVA ANDROLOGO ROMA

About MedicinaRoma.it

Le informazioni diffuse da MedicinaRoma.it sono destinate ad incoraggiare, e non a sostituire, le relazioni esistenti tra paziente e medico. Questo sito non è un periodico, non ha cadenze di aggiornamento preordinate e prevedibili, non ha costi per l’ utente finale e non è una testata giornalistica.