Assicurazioni Mediche: come funziano e quali sono

Assicurazioni Mediche: come funziano e quali sono

Assicurazioni Mediche: a che servono, come funziano e quali sono

Prendono sempre più piede in Italia le assicurazioni mediche, ovvero i contratti di assicurazione stipulati al fine di avere coperture delle spese mediche in caso di problemi di salute.

A cosa servono le assicurazioni mediche

Fin quando il Sistema Sanitario Nazionale aveva un’elevata efficienza, le assicurazioni mediche erano molto sporadiche, di fatti era possibile fare affidamento sul servizio pubblico. Le attuali code di attesa e la sempre minore offerta di servizi come esami diagnostici specialistici e interventi hanno convinto sempre più persone a dotarsi di una copertura assicurativa privata. Oggi un’assicurazoione sanitaria integrativa mira a coprire le spese che non sono coperte dal servizio pubblico. L’ essenziale però è essere molto precisi al momento della stipula in modo che non si rivelino un doppione rispetto alla copertura pubblica.

Come funzionano le assicurazioni mediche

È necessario anticipare che il funzionamento descritto è quello standard. Le varie compagnie di assicurazione mediche forniscono dei prodotti performanti che si adattano alle esigenze dei singoli contraenti. E’ possibile in ogni caso cercare la polizza più adatta. Le assicurazioni mediche, come le altre polizze, sono contratti aleatori, cioè coprono il rischio che si verifichi una patologia, un infortunio o che sia necessario sottoporsi ad esami medici approfonditi e costosi e che, di conseguenza, potrebbe essere necessario sostenere i relativi costi. L’assicurazione in cambio del rischio chiede il pagamento di un premio, se ritiene che il rischio sia molto alto o alza il premio o rifiuta il contratto. Se vi è la certezza, o quasi, che l’evento si verifichi, ad esempio è molto probabile che un accanito fumatore possa un giorno avere un tumore ai polmoni, è molto probabile che rifiuti il contratto o che escluda la copertura di tale evento.

Quali sono le condizioni di stipula?

In linea di massima le compagnie non offrono copertura a coloro che hanno superato i 60 anni di età. È possibile però anche trovare compagnie di assicurazione che offrono assicurazioni sanitarie fino alla morte. Ovviamente maggiore è il rischio per la compagnia e maggiore sarà il premio da versare.
Prima di stipulare la polizza viene richiesto un certificato del proprio medico di fiducia con elenco di tutte le patologie a carico dello stesso. Non sono coperte le spese relative alle patologie di cui vi è stata diagnosi già prima della stipula del contratto.
Su questo punto occorre fare attenzione perché eventuali reticenze fanno cadere la polizza. Nel compilare il certificato il medico specialista deve essere molto meticoloso. La compagnia inoltre può richiedere una perizia sul contraente eseguita presso un centro medico privato e con un medico scelto dall’assicurazione. Aolitamente le polizze non vengono stipulate in favore di persone con problemi di alcolismo, tossicodipendenza, HIV, già con diagnosi tumorale e in alcuni casi anche per insulino-dipendenza. Non copre costi inerenti aborto volontario, patologie psichiche, malformazioni, interventi di chirurgia estetica. Se un cliente manifesta dipendenza da alcool o droghe, HIV o patologie psichiche dopo aver stipulato il contratto, la compagnia può recedere restituendo al cliente i premi versati al netto delle imposte. Nella maggior parte dei casi è esclusa anche la copertura delle spese dentistiche, ciò perché nell’arco della vita la probabilità che una persona abbia bisogno di sostenere spese per il dentista sono molto alte, ma su questo fronte stanno nascendo prodotti specifici volti proprio a coprire le spese dell’odontoiatra.

Quali sono le assicurazioni mediche

La maggior parte delle compagnie di assicurazione offre una assicurazione medica ai suoi clienti ed ognuna cerca di andare incontro alle diverse esigenze del paziente offrendo pacchetti specifici. La copertura può riguardare la singola persona o l’intera famiglia, ovviamente si pagherà in base a numero ed età delle persone assicurate. Si è già detto che è possibile stipulare una polizza a copertura esclusiva delle spese dentistiche, ma non solo.

La polizza medica a copertura delle spese relative ad infortunio
Particolarmente gradita dai lavoratori autonomi ad esempio è la polizza medica a copertura delle spese relative ad infortunio, questa oltre a coprire le spese per visite mediche private, per farmaci non offerti dal Servizio Sanitario Nazionale, dispositivi medici, come stampelle, costi di riabilitazione, copre anche le spese di degenza e la diaria per eventuale periodo in cui non è possibile lavorare a causa dell’infortunio.

La polizza medica a copertura dei costi per visite specialistiche all’estero
Le polizze mediche inoltre possono prevedere la possibilità di sostenere i costi anche per visite specialistiche all’estero che nella maggior parte dei casi non sono facilmente sostenibili economicamente. Un’altra assicurazione medica specifica è quella a copertura delle spese mediche in caso di viaggio all’estero, in questo caso è possibile avere la copertura dei costi delle spese sostenute per le cure e anche per il rientro in Italia.

Alcune compagnie sostengono anche i costi relativi ai disagi che possono derivare indirettamente dall’evento, ad esempio nel caso in cui vi fossero figli minori, la compagnia si occuperà di custodire i minori in caso di ricovero. Ovviamente quanti più servizi trovano copertura più elevato è il premio da versare.

Alcune polizze mediche assicurative prevedono però che per avere la copertura dei costi relativi a degenza, interventi chirurgici, visite specialistiche e tutto ciò che concerne la tutela della salute, sia necessario rivolgersi a centri convenzionati. Solitamente questo tipo di polizze, pur avvalendosi di centri specializzati di alto livello, offrono polizze a prezzi inferiori perché riescono ad ottenere dai centri/cliniche convenzionati prezzi inferiori rispetto a quelli standard.

Quelle elencate sono solo alcune tipologie di assicurazione medica, ecco perché è necessario chiedere un consulto alle singole compagnie, esporre le proprie esigenze e scegliere il contratto più adatto alle proprie esigenze.


Medicina Roma non entra in merito nel rapporto medico-paziente. Ogni informazione pubblicata dall’ autore Medicina Roma non esprime il giudizio di un medico. Per qualsiasi visita, diagnosi o prevenzione accurata rivolgiti al medico specialista. Se questo articolo ti è piaciuto puoi scaricare gratuitamente i nostri ebook o iscriverti alla newsletter e lasciare il tuo commento di seguito.


About MedicinaRoma.it

Le informazioni diffuse da MedicinaRoma.it sono destinate ad incoraggiare, e non a sostituire, le relazioni esistenti tra paziente e medico. Questo sito non è un periodico, non ha cadenze di aggiornamento preordinate e prevedibili, non ha costi per l’ utente finale e non è una testata giornalistica.