HIV – AIDS, quale è la differenza ?

HIV – AIDS, quale è la differenza ?

Differenze tra HIV e AIDS

Quante volte abbiamo sentito parlare di HIV ed AIDS ?! Sappiamo cosa è, come ci si potrebbe contagiare e cosa bisogna fare in caso di eventuale contagio ?

L’ AIDS è la sindrome da immunodeficienza umana acquisita scaturita dal virus HIV, in grado di aggredire il sistema immunitario della persona colpita. L’ organismo diventa incapace di difendersi, contraendo facilmente qualsiasi infezione possibile. Quando viene contratto il virus HIV, il paziente è considerato sieropositivo e non ancora affetto da AIDS.

Come avviene la trasmissione del virus HIV

La trasmissione del virus HIV avviene attraverso lo scambio di fluidi corporei infetti, in qualsiasi stadio della malattia. Per fluidi corporei in grado di veicolare il virus HIV si hanno : sangue, liquidi seminale, secrezioni vaginali, latte materno. La saliva non è tra questi, quindi con il bacio non si trasmette l’ HIV. La modalità di trasmissione più facile è la trasmissione sessuale (85%), da non trascurare i rapporti anali, dove la probabilità di trasmissione è alta. Ovviamente per via ematica il virus può essere veicolato e tra madre e figlio, durante la gravidanza.

Limitare il contagio HIV

Come si può limitare il contagio? Per via sessuale utilizzando il preservativo, anche se la modalità certamente più sicura è l’ astensione. Per la trasmissione ematica, non si devono utilizzare aghi, rasoi, strumenti chirurgici, apparecchiature per tatuaggi, piercing, strumenti per manicure-pedicure già utilizzati in precedenza, tutto deve essere sterilizzato o personalizzato. Molto importanti sono le trasfusioni sanguigne, in cui sempre meglio farsi donare il sangue da qualcuno conosciuto.

Cosa fare in caso di eventuale esposizione al virus HIV ? Qualora qualsiasi individuo pensi minimamente di essersi esposto al virus HIV, per ridurre la probabilità di contagio può sottoporsi ad un trattamento farmacologico noto come : Profilassi post-esposizione ad HIV. Bisogna recarsi in un reparto di infettivologia di un ospedale, esponendo il possibile contagio avuto. Nel caso in cui tale esposizione potrebbe avvenire durante il lavoro svolto, bisogna recarsi subito ad un pronto soccorso, esporre il fatto e successivamente andare ad un reparto di infettivologia, dove un team di professionisti seguirà il caso. Il rischio più grande di contagio è sicuramente la paura e l’ ignoranza che può aggirarsi attorno a questo argomento : la sindrome dell’ immunodeficienza umana scaturita dal virus HIV.

 

FONTE : http://www.unicef.it/doc/332/dieci-cose-da-sapere-su-hiv-e-aids.htm
http://it.wikipedia.org/wiki/HIV

About MedicinaRoma.it

Le informazioni diffuse da MedicinaRoma.it sono destinate ad incoraggiare, e non a sostituire, le relazioni esistenti tra paziente e medico. Questo sito non è un periodico, non ha cadenze di aggiornamento preordinate e prevedibili, non ha costi per l’ utente finale e non è una testata giornalistica.