OSPEDALE PEDITRICO BAMBINO GESU DI ROMA
L’ ospedale pediatrico Bambino Gesù è il primo ospedale pediatrico d’ Italia, in cui il Bambino è al centro di tutto. La sede storica di questo importantissimo polo policentrico pediatrico nazionale ed internazionale è sita al Gianicolo, a Roma. Ci sono inoltre le sedi regionali di Catanzaro, Potenza ed Il Centro Cardiologico di Taormina.

DIPARTIMENTI 
L’ ospedale pediatrico Bambino Gesù comprende il dipartimento di Medicina Pediatrica, di Nefrologia ed Urologia. di Cardiologia Pediatrica, di Neonatologia Medica e Chirurgica, di Neuroscienze e Neuroriabilitazione, di Emergenza Accettazione (DEA) e ARCO, di Diagnostica per Immagini e comprende infine il dipartimento pediatrico Universitario Ospedaliero, il dipartimento di oncologia pediatrica e di Medicina Trasfusionale.

Storia dell’ Ospedale Bambino Gesù
Il Bambino Gesù nasce nel 1869 a Roma, quando la duchessa Arabella Salviati sconvolta da una realtà in cui i bambini venivano spesso ricoverati nelle stesse corsie ospedaliere degli adulti, decide di fondare un ospedale pediatrico come l’ Hopital des Enfants Malades di Parigi; subito la sua idea fu sostenuta dal duca Scipione e dai suoi figli che, in occasione del suo compleanno, donano alla duchessa i loro risparmi tenuti in un salvadanaio ancora oggi conservato per rimembrare il solidale gesto. Dopo breve tempo in via delle Zoccolette, vicino al fiume Tevere, viene creato il primo nucleo di, ad oggi, uno degli ospedali pediatrici più importanti della Comunità Europea : l’ Ospedale Bambino Gesù, il più grande Policlinico pediatrico e polo di ricerca pediatrica in Europa, collegato ai migliori centri internazionali di ricerca pediatrica. Ospita circa 2600 dipendenti, considerando medici, ricercatori, infermieri, tecnici ed altro e più di un milione di bambini/ragazzi vengono curati, assistiti e seguiti. Dal primo centro dell’ ospedale nato nel 1869, subito si ha una espansione nel 1887 grazie ad una delibera della giunta municipale che affida alla duchessa Salviati una parte del convento di Sant’ Onofrio sul colle Gianicolo. Nel 1907 vengono costruiti due nuovi padiglioni e si arriva a più di mille malati. Dopo la prima guerra mondiale viene offerta alla Duchessa, dalla regina Elena di Savoia, la gestione della colonia di Santa Marinella che ospitava bambini affetti da tubercolosi, fino a che l’ intera struttura viene donata alla duchessa, che nel 1924 dona l’ Ospedale al Papa Pio XI per garantire un futuro stabile alla struttura. Ad oggi l’ Ospedale è considerato l’ Ospedale del Papa.

Dopo la seconda guerra mondiale viene ancora ampliato garantendo l’ accoglienza di bambini che arrivano da altre regioni italiane. Nel 1978 il Papa Paolo VI offre 3 grandi padiglioni, lungo la via Aurelia, all’ ospedale, dove poter accogliere i bambini poliomielitici e nasce così la sede di Palidoro del Bambino Gesù che nel 1985 diventa l’ Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico affermandosi a livello internazionale anche nella ricerca e sperimentazione di cure innovative.

Oggi l’ Ospedale Bambino Gesù presenta 800 posti letto ed è il punto di riferimento a livello internazionale per la salute dei bambini e ragazzi, considerato così l’ Ospedale dei bambini e l’ Ospedale del Papa.

Etica e Valori
L’ accoglienza del paziente e della sua famiglia è il cuore dell’ attività assistenziale svolta nell’ Ospedale Bambino Gesù, promuovendo una vera e propria terapia di accoglienza per tutti i bambini. Qui troviamo la ludoteca, la sala relax per le mamme, le case famiglia, gli assistenti sociali, i mediatori culturali e linguistici. Il bambino viene seguito dall’ ingresso all’ uscita dall’ ospedale e spesso anche dopo.

I valori che vengono esaltati sono i principi morali ed etici della fede cattolica, centralizzando la dignità del bambino, della famiglia del bambino, dei medici e di tutti gli operatori sanitari dei vari team di lavoro.

Obiettivo
L’ obiettivo primario è la salvaguardia e la tutela del bambino, del ragazzo e della persona stessa. In maniera eccellente deve essere raggiunto e mantenuto costante l’ obiettivo preposto. L’ eccellenza si raggiunge con la professionalità tecnica ed etica, con la ricerca delle nuove sperimentazioni e con una ottima tecnologia all’ avanguardia. Il bambino deve essere accolto insieme alla famiglia, deve essere curato adeguatamente e deve essere sempre coccolato e non stressato. Inoltre il Bambino Gesù è presente in 17 Paesi, come Palestina, Vietnam, Perù, Cambogia; Haiti, Cile, Venezuela ecc, con varie attività internazionali.

Come arrivare
Metropolitana

Linea A: scendere fermata Lepanto.
Dalla fermata Lepanto prendere autobus ATAC 280 fino all’Ospedale Santo Spirito e poi Autobus ATAC 870 e scendere alla fermata Bambino Gesù.

Autobus ATAC

Prendere le linee 40 e 64 dalla Stazione Termini fino al capolinea dell’autobus 870 (via Paola).
Prendere la linea 870 e scendere alla fermata Bambino Gesù.

Linea 115 da Trastevere (Lungotevere Anguillara, altezza Piazza G. Belli) e scendere alla fermata Bambino Gesù.
Linea 116 da Via Veneto (P.ta Pinciana) fino al Capolinea, all’interno del Terminal Gianicolo, proseguire a piedi per circa 200 metri, seguendo le indicazioni per l’Ospedale.

Automobile
Dal Grande Raccordo Anulare: uscita 1 Aurelia, direzione Centro.
La sosta nelle strisce blu di: Lungotevere in Sassia; via dei Penitenzieri; Borgo Santo Spirito (lato Ospedale); Passeggiata del Gianicolo (entrambi i lati); piazzale Giuseppe Garibaldi, è tariffata nei giorni feriali, dalle ore 8.00 alle ore 23.00 a 1 euro l’ora.

Agevolazione e navetta gratuita per chi parcheggia al Terminal Gianicolo.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=UzrVikEAg58&w=560&h=315]


ospedali a roma


Info Orari

Lunedi

15:30-16:30 | 19:00-20:00

Martedi

15:30-16:30 | 19:00-20:00

Mercoledi

-

Giovedi

10:00-11:00 | 15:30-16:30 | 19:00-20:00

Venerdi

15:30-16:30 | 19:00-20:00

Sabato

10:00-11:00 | 15:30-16:30 | 19:00-20:00

Domenica

10:00-11:00 | 15:30-16:30 | 19:00-20:00

Indirizzo

Il nostro indirizzo:

Piazza SantOnofrio, 4 - 00165 Roma

Lascia una Recensione

Diagnosi
Cura
Prezzo
Publishing ...
La tua recensione risulta inviata con successo
Please fill out all fields