PSICOANALISTA – Dott. Vaglica Andrea

Psicoanalista e Psicoterapeuta a Roma Dott. Andrea Vaglica.

Curriculum Vitae
Direttore Istituto di Psicologia Analitica Iscritto all’Ordine degli Psicologi e all’Albo degli Psicoterapeuti. Laureato in psicologia nel 1988. Inizia subito la formazione presso lo Spazio Psicoanalitico con psicoanalisti della S.P.I. (Società Psicoanalitica Italiana). Nel 1993 consegue il diploma di psicoterapeuta in sessuologia presso l’Istituto di Sessuologia Clinica.

Nel 1994 diventa Coordinatore dei Corsi di formazione per psicoterapeuti. E’ nel comitato di redazione nel primo numero della rivista di sessuologia scientifica.

Per sette anni è docente di seminari su temi psicoanalitici presso l’Università di Roma “La Sapienza”.Presso la Cattedra di Psicologia della Facoltà di Medicina e Chirurgia e presso la Cattedra di Psicologia Dinamica della Facoltà di Psicologia.

Socio dell’A.P.M.(Associazione Psicologi Medici) dove svolge attività di volontariato, formazione, ricerca e prevenzione nell’ambito dell’alcolismo e delle tossicodipendenze dal 1988 al 1996.

Dal 1994 ad oggi associa alla terapia individuale la psicoanalisi di gruppo. Svolge anche attività di supervisione per psicoterapeuti individuali e di gruppo

Dal 1997 inizia un percorso analitico integrando il pensiero di Freud con quello di Jung.

E’ stato direttore scientifico per sei anni della associazione psicoterapeutica I.C.M. Psicologia Sessuologia Psicosomatica, riconoscita dalla World Association for Sexology.

Inoltre è stato anche vice presidente per cinque anni dell’Associazione Culturale Futura.

Ha condotto numerosi corsi, seminari e conferenze presso alcune scuole e associazioni ed enti culturali. Inoltre è stato relatore in diversi convegni sempre su argomenti relativi alla psicoanalisi e alla psicoterapia.

E’ stato anche invitato e intervistato dalla RAI e alcune televisioni e radio private. È membro del comitato scientifico della rivista Natura e Benessere. Svolge attività di psicoanalista, docente e supervisore presso l’Istituto di Psicologia Analitica.

PSICOANALISI

La psicoanalisi è una disciplina fondata da Sigmund Freud. Dal punto di vista psicoterapeutico la psicoanalisi è un metodo che prende in considerazione l’individuo nella sua totalità. Non viene preso in cura la malattia, ma la persona nel suo intero. Quindi il sintomo di cui si soffre viene visto come una espressione di un conflitto interiore. Il sintomo di una malattia o un disagio deve essere letto nella sua visione simbolica in quanto rappresenta qualcosa che deriva da un malessere profondo. Per questo il punto focale della terapia è l’inconscio.

Lo scopo fondamentale della terapia è quello della risoluzione della nevrosi attraverso una presa di coscienza e di una maggiore consapevolezza di se’.

L’approccio Junghiano è focalizzato sul percorso di crescita personale e sulla necessità di ognuno di noi di “diventare se’ stessi”. Cioè a realizzare quelle che sono le nostre tendenze sin dalla nascita liberandoci dai condizionamenti e dagli schemi imposti dalla famiglia e dalla società.

E’ sufficiente elencare termini e concetti basilari introdotti da Freud e Jung, per rendersi conto di come il loro pensiero abbia influenzato non solo la psicoanalisi, ma tutta la cultura del novecento e quella attuale.

Freud è stato il primo a parla di psicoanalisi, di interpretazione dei sogni in modo terapeutico, di complesso di Edipo, di tranfert, di lapsus, di psicoanalisi e miti, di rimozione, Super-IO, di meccanismi di difesa, ecc.

Jung è stato il primo a parlare, di archetipo, di sincronicità, di tipi psicologici, di inconscio collettivo, di analisi didattica per i futuri analisti, di individuazione, di complessi, di funzione trascendente, di psicologia e alchimia, di test proiettivi, ecc.
Alcuni di questi termini sono diventati di uso comune!

La psicoanalisi si occupa di comprendere il paziente nella sua individualità e di aiutarlo a risolvere, nel modo migliore, disagi e problemi che derivano dalla sua difficoltà nell’armonizzare bisogni, affetti, desideri del mondo interno ed adattamento al mondo esterno. Il trattamento analitico non ha un percorso prestabilito che si possa applicare in ogni caso. Ogni terapia viene centrata sul caso specifico, dato che ogni individuo è un mondo unico.

Il faticoso ma meraviglioso viaggio all’interno di se’ viene facilitato dall’interpretazione dei sogni.

L’ Interpretazione dei sogni è un elemento cardine del trattamento psicoanalitico. Se in questo tipo di terapia è fondamentale un lavoro sull’inconscio, l’interpretazione dei sogni ne è la via maestra come diceva Freud. I sogni sono un prodotto della nostra psiche.

Da sempre l’uomo si è interrogato sul loro significato. La grandezza di Freud e Jung è stata di averne dato un senso utile al rapporto tra l’Io e l’inconscio. Si tratta di una vera e propria comunicazione da parte del mondo interno. Il sogno si esprime attraverso simboli che, con l’aiuto dell’analista, vanno decodificati. Nel corso di un’analisi l’interpretazione dei sogni è un aspetto affascinante e molto significativo per la crescita personale e l’individuazione.

Il compito degli psicoterapeuti è quello di aiutare i pazienti ad attivare le loro risorse interiori per risolvere i problemi o cerca di svilupparne altre; nel caso questo non sia possibile, aiutarli ad accettare le cose che non si possono cambiare.

PSICOANALISI DI GRUPPO

Sempre più persone si rivolgono alla psicoanalisi di gruppo. Una delle spinte principali è quella di carattere economico, dato che con il gruppo è possibile fare una vera psicoanalisi ad un prezzo accessibile a tutti. Ma secondo il mio punto di vista ci sono altre ragioni valide per rivolgersi al gruppo.

La psicoanalisi di gruppo si differenzia dalla psicoterapia di gruppo per le stesse ragioni di quella individuale. Il suo approccio terapeutico si fonda sull’analisi della persona e del suo inconscio. Il sintomo viene visto come l’espressione di un conflitto interiore risolvibile con un attento lavoro nel profondo della psiche.

La psicoanalisi di gruppo può essere vista come una prassi terapeutica in cui il mezzo terapeutico è il gruppo stesso.
Il gruppo presenta delle caratteristiche particolari che facilitano lo sviluppo di relazioni, la nascita di legami identificativi e proiettivi, la creazione di una cultura comune e stimola potenti strumenti trasformativi. Spesso mi sento dire dai partecipanti che “sentono che la storia di ognuno ci riguarda”. Ognuno sperimenta che gli altri membri del gruppo rappresentano elementi del proprio mondo interno.

Il gruppo è più della somma delle parti. Come un brano musicale che è sicuramente qualcosa di più della somma delle note che lo compone. Quindi il gruppo è qualcosa di più della somma degli individui che lo compone, perché al suo interno si svolgono delle dinamiche inconsce che ne fanno sia un “contenitore”, sia un luogo di riferimento per le esperienze vissute.

I gruppi psicoanalitici sono etereogenici, cioè sono appositamente composti da persone con problemi diversi. Questo fa si che attraverso il rapporto tra i membri del gruppo e con l’interpretazione dello psicoanalista diventa possibile andare oltre il semplice sostegno personale. L’elemento fondamentale è che la crescita personale e quindi l’individuazione. L’evoluzione di uno dei membri diventa potente elemento trasformativi per gli altri. Inoltre il gruppo psicoanalitico è di tipo aperto, cioè una volta nato il gruppo questo continua per sempre, persone nuove entrano ed altre che concludono l’analisi lo lasciano.

Non esiste un percorso comunicativo circolare, dato che ognuno è libero di parlare di ciò che ritiene opportuno o eventualmente di rimanere in silenzio. Tra le tecniche utilizzate ci sono quella dello psicodramma analitico e della interpretazione dei sogni. I sogni raccontati nel gruppo diventano sogni del gruppo e non solo del sognatore!

Il gruppo si riunisce la sera una volta a settimana ed ha la durata di due ore.

SESSUOLOGIA

La sessuologia è una disciplina abbastanza recente che studia gli aspetti normali e patologici della sessualità.

La sessualità consiste in un complesso di espressione genetiche, di funzionalità endocrina e nervosa, di componenti psicologiche individuali e norme culturali che condizionano in maniera diversa ciascun individuo. Per questa ragione risulta necessario curare, dove presenti, componenti organiche del disturbo con la collaborazione di una medico ginecologo o andrologo.

La psicoterapia del disturbo sessuale deve necessariamente essere connessa alla sfera dei sentimenti e delle relazioni umane. In alcuni casi è necessario prendere in cura la coppia.

L’ impotenza, anorgasmia, eiaculazione precoce, vaginismo, ipersessualità, disturbi del desiderio, sessuofobia sono alcune delle patologie sessuali più diffuse.

L’approccio psicoanalitico non prende in considerazione solo il sintomo, ma lavora sulle dinamiche inconsce che hanno generato questi disturbi. La sessualità viene vista nella totalità della persona e all’interno della sua vita di relazione. Nella psicoanalisi Junghiana è fondamentale prendere coscienza delle immagini interne del maschile e del femminile: Animus e Anima.

Il Dott. Vaglica è un punto di riferimento come Psicologo sessuologo a Roma; al quale poter rivolgersi per uscire da tali situazioni.

PRINCIPALI DISTURBI TRATTATI DALLO PSICOANALISTA PSICOTERAPUTA DOTT. VAGLICA ANDREA

Psicosi

Si tratta di una categoria psichiatrica che include diverse patologie. Queste hanno in comune una grave alterazione dell’equilibrio psichico con compromissione del rapporto con la realtà.

I sintomi più comuni sono i deliri, le allucinazioni, l’autismo, disadattamento sociale, disgregazione della personalità, depressione endogena, disturbi della coscienza, ecc. Possono manifestarmi con crisi acute o rappresentare in modo cronico la personalità del paziente, sempre con la perdita più o meno completa della capacità di comprendere la realtà.

Per Jung la psicosi è dovuta alla rottura del meccanismo compensatorio della psiche, con il sopravvento di contenuti inconsci sul complesso dell’Io. In pratico l’inconscio irrompe nella coscienza.

La terapia classica consiste nel trattamento farmacologico. Ritengo sia, quando è possibile, molto utile se non necessario integrare i farmaci con una psicoterapia ad orientamento psicoanalitico.

Ipocondria

L’ipocondria consiste nel convincimento di essere affetti da una malattia grave. Spesso tale convincimento è accompagnato da stati di angoscia e depressione. Nessuna rassicurazione o indagine medica impedisce il persistere di tale convinzione.

Dal punto di vista psicoanalitico si tratta di uno spostamento: inconsciamente l’angoscia e la frustrazione di essere inadeguati viene spostata sul corpo. Il paziente soffre come se fosse malato realmente. Jasper faceva notare che l’interesse dell’ipocondriaco per il proprio corpo non è normale perché l’uomo sano sperimenta il proprio corpo, ma non pensa ad esso.

Depressione

La depressione è una alterazione del tono dell’umore verso forme di tristezza profonda con riduzione dell’autostima e, in alcuni casi, con bisogno di autopunizione. Esistono diversi tipi di depressione, dal semplice stato depressivo, che tutti possiamo sperimentare, alle forme più gravi, che sono di competenza anche psichiatrica.

In alcuni casi assumono un aspetto ciclico dove eventi depressivi profondi si alternano a stati di euforia o maniacali ad altri periodi nei quali il paziente vive periodi di benessere. Freud diceva che il depresso sperimenta uno stato simile al lutto dovuto non alla perdita di una persona reale, ma alla perdita di un aspetto dell’Io, o di un oggetto interno idealizzato.

Disturbo Ossessivo Compulsivo

Consiste nel bisogno insopprimibile di compiere determinati atti o di evitarne altri o il pensiero risulta invaso da idee particolari impossibili da evitare.

Il soggetto è consapevole della insensatezza dei suoi atti o dei suoi pensieri, ma non può fare a meno di riprodurli in una sorta di rituale messo in atto per placare momentaneamente l’ansia.
Il paziente vive il rituale come inevitabile e come se fosse indipendente della sua volontà, come se fosse intrusivo dell’area della coscienza.

Secondo la psicoanalisi è presente un conflitto tra inconscio e Super-Io, cioè tra il principio di piacere e il codice morale personale che appare in questa patologia particolarmente rigido.

Bulimia

La bulimia è un disturbo della alimentazione. È caratterizzato da ricorrenti episodi di abbuffate accompagnate dalla sensazione di perdita di controllo. In un breve periodo di tempo (la crisi bulimica normalmente non dura più di due ore) viene ingerita una grande quantità di cibo. Spesso segue un forte senso di colpa, demoralizzazione e disprezzo per se stessi.

Frequentemente chi soffre di questo disturbo ricorre al vomito o lassativi. Questo disturbo, malgrado le apparenze, è molto simile, dal punto di vista psicologico all’ anoressia. E’ un disturbo che può cronicizzarsi con frequenti recidive.

La terapia consiste in un intervento integrato di psicoterapia e trattamento farmacologico. Ritengo sia utile la frequentazione di gruppi come quello dei mangiatori compulsivi per una migliore gestione del sintomo.

Anoressia

L’anoressia è un disturbo della alimentazione che consiste nel rifiuto ostinato della regolare assunzione di cibo. Viene assurdamente ricercata una magrezza nella ingiustificata paura di ingrassare. Consiste innanzitutto in un disturbo della immagine corporea per cui il soggetto non ha una visione reale del proprio corpo e della immagine di sé. Il problema del cibo, per questi pazienti, finisce con l’occupare gran parte del loro tempo.

Chi soffre di questo disturbo, pur di ridurre il suo peso non esita a ricorrere al vomito, ai clisteri, ai lassativi e ad un’intensa attività fisica. Il comportamento dell’anoressico, sembra dettato dal tentativo frenetico di ottenere ammirazione e conferma, sviluppando un “falso sé” pur di ricevere ammirazione e conferma sul suo aspetto fisico.

Proprio questa è una delle radici del problema: la libido viene spostata sulla distorta immagine esterna del paziente, tutta l’attenzione va sull’aspetto fisico. E purtroppo manca quasi completamente la cura per il proprio mondo interno e per la propria psiche. Questa patologia può diventare molto grave e non di rado porta alla morte.

Ansia

L’ansia rappresenta a livello psichico quello che a livello organico è rappresentato dalla febbre. Mi spiego meglio. La febbre può essere un sintomo di una influenza, o di una infezione, o di una varicella, o di un cancro, insomma di una vasta gamma di patologie. Così l’ansia può rappresentare il sintomo di quasi tutti i disturbi psichici, dai più lievi ai più gravi. Una lieve ansia può addirittura ottimizzare le prestazioni del soggetto, un’ansia grave può compromettere il funzionamento della vita quotidiana dell’individuo. L’ansia è una condizione di penosa aspettativa di una minaccia o di un pericolo, associata ad un sentimento di inadeguatezza. Spesso sono presenti alterazioni somatiche collegabili al sistema nervoso autonomo. La preoccupazione viene percepita dal soggetto stesso e da chi è presente come esagerata o immotivata.
I farmaci ansiolitici sono tra i più diffusi. Sono convinto che sia impossibile risolvere l’ansia senza una psicoterapia. Ogni persona ha bisogno di percorrere la propria strada di crescita personale. Quanto più siamo sulla strada della nostra individuazione, quanto meno la psiche ha bisogno di produrre ansia.

Psicosomatica

Una moderna visione della malattia psicosomatica considera il paziente in maniera olistica, cioè come un insieme di mente e corpo. Quindi la malattia psicosomatica (ma mi verrebbe da dire qualunque malattia) ha un’origine sia organica che psichica.
Non esiste una separazione dualistica tra mente e corpo. Concetto chiave è quello della alessitimia (dal greco a, mancanza; lexis, parola, thymos, emozione). Quindi si esprime la difficoltà di verbalizzare le emozioni.

Disturbi Sessuali

Disturbi sessuali: impotenza, anorgasmia, eiaculazione precoce, vaginismo, ipersessualità, disturbi del desiderio, sessuofobia sono alcune delle patologie sessuali più diffuse. L’approccio psicoanalitico non prende in considerazione solo il sintomo, ma lavora sulle dinamiche inconsce che hanno generato questi disturbi. La sessualità viene vista nella totalità della persona e all’interno della sua vita di relazione. Nella psicoanalisi Junghiana è fondamentale prendere coscienza delle immagini interne del maschile e del femminile. Animus e Anima.

Attacchi di Panico

Si tratta di un episodio acuto e improvviso di ansia che si manifesta con una serie di sintomi somatici e psicologici. Spesso sono presenti sintomi cardio-respiratori (tachicardia, senso di soffocamento, costrizione alla gola, oppressione toracica) o gatro-intestinali (nausea, dolori addominali, diarrea) o neurologici (sbandamento, parestesie, depersonalizzazione). Frequentemente il paziente ha il convincimento di stare per morire e si presenta al pronto soccorso, rimando spesso deluso quando il medico gli spiega che ha un problema psichico. Dal punto di vista psicodinamico l’attacco di panico esprime la richiesta urgente da parte dell’inconscio di essere ascoltato!

TERAPIE E TRATTAMENTI DI PSICOANALISI E PSICOTERAPIE PRESSO LO STUDIO DI ROMA
L’esperienza da psicoterapeuta in questo settore consente al Dott. Vaglica di porre attenzione alle problematiche che affliggono i suoi pazienti per scegliere il metodo più efficace e adatto al singolo caso.

L’approccio terapeutico di riferimento è la psicoanalisi e la psicologia analitica di Carl Gustav Jung.
Psicoterapia psicoanalitica individuale degli audulti e degli adosescenti.
Psicoterapia di coppia
Psicoanalisi di gruppo

Presso lo studio di Psicoanalisi, Psicoterapia e Sessuologia del Dott. Andrea Vaglica a Roma, potrete ricevere diversi e numerosi servizi, tra cui:

– Psicosomatica – Depressione – Attacchi di panico – Psicosi

– Problemi affettivi – Disturbi sessuali – Interpretazione dei Sogni

– Anoressia e Bulimia – Insicurezza – Ipocondria – Disturbo bipolare

– Ansia – Fobie – Disturbi del sonno – Disturbi della personalità

– Disturbo Ossessivo Compulsivo

DottVaglica_sito

Info Orari

Lunedi

10:00 - 21:00

Martedi

10:00 - 21:00

Mercoledi

10:00 - 21:00

Giovedi

10:00 - 21:00

Venerdi

10:00 - 21:00

Sabato

-

Domenica

-

Indirizzo

Il nostro indirizzo:

p.zza Re di Roma 3 scala c int.5 ROMA

Telephone:
Contatta Adesso

Lascia una Recensione

Diagnosi
Cura
Prezzo
Publishing ...
La tua recensione risulta inviata con successo
Please fill out all fields