Valori nutrizionali alleati di una dieta sana

Valori nutrizionali alleati di una dieta sana

Valori nutrizionali alleati di una dieta sana.

Sono detti valori nutrizionali quegli elementi che caratterizzano un dato alimento e ne permettono di capire l’apporto nutritivo in base ai differenti costituenti.
I valori nutrizionali sono l’insieme di calorie, proteine, grassi, carboidrati e vitamine, contenuti in un solo cibo.
E’ molto importante conoscere gli elementi che costituiscono ciò che mangiamo ed in che misura siano presenti, al fine di pianificare un regime alimentare salubre e personalizzato.
In base all’età, al sesso, all’attività fisica ed al lavoro sarà differente l’apporto di sostanze nutritive per il proprio sostentamento.
Tanto si è più giovani e maggiore sarà la possibilità di aumentare gli alimenti che abbiano valori nutritivi elevati, considerata la velocità del corpo di metabolizzare il cibo.
Man mano che si invecchia, diminuirà di conseguenza il livello di apporto nutritivo di cui il corpo ha bisogno.
Nei casi di deperimento fisico, per esempio a seguito di una malattia, occorrerà che i valori nutrizionali del cibo presenti nella propria dieta siano elevati in modo da ripristinare tutti i nutrienti sufficienti per rinvigorirsi.
Per questi motivi, se si vuole rimanere in forma ad ogni età, sarà necessario alimentarsi in maniera equilibrata, in considerazione di dati di fatto soggettivi.

I valori nutrizionali sono suddivisi in diverse categorie facilmente consultabili nelle apposite etichette, previste per legge, sulle confezioni degli alimenti.
La classica tabella che viene messa in evidenza a lato o in fondo alle scatole dei prodotti, in genere riferita ad una porzione di 100 grammi, riporta le seguenti voci: valore energetico in kilocalorie e kilojoule; proteine; carboidrati suddivisi a loro volta in zuccheri e amidi; grassi e le relative sottocategorie di saturi, monoinsaturi e polinsaturi; fibra solubile ed insolubile; sodio, sali minerali e vitamine con la specifica corrispondente.
In fondo all’etichetta verrà anche precisata la razione giornaliera raccomandata in base a quel alimento. E’ bene notare che molte aziende forniscono tali informazioni anche per un solo pezzo del prodotto, come possono essere degli snack confezionati singolarmente.
Ciò che più comunemente viene preso in considerazione quando si consultano i valori nutrizionali riportati sulle confezioni sono le kilocalorie perché sono le più direttamente collegate alla perdita o all’aumento di peso.
Tuttavia è importante valutare anche gli altri elementi per ottenere una dieta alimentare personalizzata.
Le proteine, ad esempio, sono fondamentali per la muscolatura ed i tessuti e, secondo i nutrizionisti, la quantità da assumere al giorno dovrebbe essere pari al 15-20% dell’apporto nutritivo giornaliero. Le fibre regolano l’attività intestinale e devono dunque essere presenti in maggior misura nel regime alimentare di chi ha problemi di stipsi. Le vitamine danno sostentamento al corpo e collaborano a ridare forza ed energia.

Una dieta sana ed equilibrata permette di sentirsi bene e raggiungere o mantenere il peso forma in base alla personale struttura corporea.
Anche se è preferibile calcolare l’apporto calorico giornaliero relativamente alle personali esigenze e caratteristiche, i dietisti consigliano di variare da un minimo di 1.200 per le donne e 1.600 per gli uomini fino ad un massimo di 2.800 per le persone che praticano un’intensa attività fisica.
Una dieta dimagrante prevede proteine e carboidrati forniti da frutta, verdura, uova e carni magre.
Per ottenere uno schema personalizzato basterà consultare i valori nutrizionali degli alimenti e verificarne la compatibilità con il regime dietetico soggettivamente più appropriato.
Per variare sul cibo e non creare una dieta monotona che alla lunga possa stancare, è possibile fare riferimento a quegli alimenti che, gustosi, si rivelano comunque equilibrati.
I valori nutrizionali della bresaola, ad esempio, realizzano la perfetta combinazione di proteine e grassi che la rende un’ottima fonte di energia, senza compromettere la dieta.

Per conoscere i valori nutrizionali degli alimenti che non sono forniti da case produttrici che abbiano l’obbligo di riportare l’etichetta nutrizionale, è sufficiente cercare sul web i siti che mostrano le varie tabelle utili allo scopo o scaricare apposite app per gli smartphone.
Su internet sono disponibili elenchi completi di tutti i differenti cibi esistenti, con la relativa descrizione degli elementi nutritivi che li caratterizzano.
Per esempio, per conoscere il tipo di frutta che è raccomandabile prediligere nell’ambito di una dieta dimagrante, occorrerà confrontare diverse descrizioni.
Si potrà così constatare come i valori nutrizionali della mela ci informano che ci troviamo di fronte ad un frutto accessibile anche a chi trascorre una vita sedentaria. Questo perché contiene il fruttosio, ovvero uno zucchero adatto anche ai diabetici per via del basso indice glicemico. Inoltre la mela è ricca di fibre e vitamine ed ha un apporto calorico basso.
I valori nutrizionali delle castagne, invece, si presentano con un elevato numero di kilocalorie, mostrandosi al contempo un’importante fonte di carboidrati complessi e sali minerali. Questi elementi, uniti alla caratteristica della digeribilità, le rendono un alimento adatto agli sportivi che hanno bisogno di reintegrare energia nel breve tempo.
Per questi motivi chi deve seguire una dieta ipocalorica e vuole mangiare della frutta dovrà orientarsi più verso delle mele piuttosto che delle castagne.
Conoscere i valori nutrizionali degli alimenti è dunque fondamentale per poter capire, in base alle proprie esigenze, cosa è preferibile inserire nella dieta personale.

About MedicinaRoma.it

Le informazioni diffuse da MedicinaRoma.it sono destinate ad incoraggiare, e non a sostituire, le relazioni esistenti tra paziente e medico. Questo sito non è un periodico, non ha cadenze di aggiornamento preordinate e prevedibili, non ha costi per l’ utente finale e non è una testata giornalistica.